i
In collaborazione con
l’Associazione Proprietari che fornisce il timbro di conformità ai nostri contratti.

Subentro contratto di locazione: definizione

Il subentro contratto di locazione a uso abitativo è una cessione di contratto che avviene per obbligo di legge, cioè in modo slegato dalla volontà delle parti. La differenza principale è da ricercare nella caratteristica di “volontarietà” e negli accordi che i due contraenti possono prendere. Si parla di cessione quando una parte vuole cedere a un’altra a decorrere da una certa data.

Si parla invece più correttamente di subentro quando, ad esempio, un contratto di locazione è ereditato, anche nel caso di ​​un contratto a canone concordato.
Nel linguaggio quotidiano della mia attività, chiunque mi chieda di entrare al posto di un’altra persona in un immobile, generalmente mi chiede di poter fare un subentro nel contratto di locazione. Come abbiamo visto, però, tecnicamente, questa operazione si chiama cessione.

Subentro affitto: quando è previsto

La comunicazione subentro contratto di locazione si fa quando locatore o conduttore sono sostituiti da altri soggetti, in qualunque tipologia di contratto, ivi compresi i contratti concordati. Questo avviene quando, contestualmente, da una parte c’è l’uscita di uno o più soggetti, mentre dall’altra si realizza l’ingresso di uno o più conduttori (o anche comodatari, se il contratto è un comodato).

I casi per i quali mi è richiesto sovente la pratica di subentro contratto di affitto per cessione sono:
- studenti universitari che si avvicendano spesso negli appartamenti loro locati, a causa della diversa durata dei loro studi;
- inquilino trasferito per lavoro con un amico interessato a subentrare al suo posto.

Subentro in contratto di locazione da parte del locatore

Il subentro in contratto di locazione vero e proprio lo registro invece in caso:
- di decesso del locatore per cui subentra un suo erede;
- quando un soggetto acquista un appartamento già locato e subentra pertanto non solo nella proprietà ma anche nel contratto di locazione in essere;
- in caso di separazione in cui la casa coniugale è assegnata a uno dei coniugi che non è intestatario del contratto.

Subentro contratto di locazione cedolare secca: quanto costa

Il costo subentro contratto di locazione, attualmente, è pari a 67,00 Euro in misura fissa, nei seguenti casi:
- cessione volontaria tra un subentrante e un cessionario
subentro contratto di locazione per la cedolare secca che in regime ordinario.

L’importo fisso è stabilito in quanto il subentro rappresenta una modifica contrattuale che non ha a che vedere con la posizione fiscale del contratto e del locatore.

Se invece tale cessione è un subentro locatore contratto di locazione che avviene come previsto nei casi di legge, allora questo tipo di subentro è gratuito.

Non esiste un vero e proprio modello subentro. In caso di cessione con versamento d'imposta, potete, eventualmente, optare per aggiungere anche una scrittura privata. Il documento serve a descrivere, nel dettaglio, i patti contrattuali che devono essere assunti dal subentrante. Le specifiche, inoltre, provvedono a manlevare il cedente da ogni obbligo contrattuale. La scrittura privata, deve essere registrata obbligatoriamente allo sportello. È inoltre obbligatorio aggiungere al pagamento dell’imposta anche quello delle marche da bollo.

Diversamente, potete comunicare all’AdE la cessione di contratto anche solo tramite RLI. In caso di subentro senza oneri, il modulo va presentato allo sportello da solo. Invece, in caso di cessione con versamento d'imposta, va accompagnato con F24 ELIDE.

Hai acquistato un immobile già affittato e devi subentrare in contratto?
Per subentri e tutte le pratiche di locazione con modello RLI ed F24 elide ci siamo noi ad aiutarti! A soli €12,00 IVA inclusa ed entro 48h.