i
In collaborazione con
l’Associazione Proprietari che fornisce il timbro di conformità ai nostri contratti.
Risorse gratuite
fac-simile APE
Risorse gratuite
fac-simile APE

L’attestato di prestazione energetica (APE) è un documento che il proprietario di un edificio, appartamento, negozio, ha l’obbligo di redigere per certificarne le caratteristiche e le prestazioni energetiche.

Quando è obbligatorio?

L’APE è diventato obbligatorio per legge dal 2013 col nome di ACE (attestazione di certificazione energetica) e nel 2015 ne sono state riviste le linee guida per i certificatori, i requisiti minimi richiesti per la compilazione della relazione tecnica, e aggiornato le classi energetiche, che sono attualmente 10: A4, A3, A2, A1, B, C, D, E, F, G, dove A4 indica il più basso consumo energetico e la G il più alto. 
L’attestato di prestazione energetica è obbligatorio in caso di:
- Vendita o donazione;
- Locazione o comodato d’uso;
- Nuove costruzioni perché è requisito indispensabile da allegare alla domanda di abitabilità/agibilità;
- Interventi di ristrutturazione importanti che coinvolgono oltre il 25% della superficie immobiliare;
- Demolizione e ricostruzione di unità immobiliari o edifici;
- Edifici destinati ad enti pubblici e aperti al pubblico oltre i 250 mq;
- Nuovi contratti per la conduzione di impianti termici o di climatizzazione negli edifici pubblic.

Quando non e’ obbligatorio?

Non è obbligatorio, sia in caso di vendita che di affitto, se si tratta di:
- fabbricati isolati di metratura utile minore di 50 mq,
- ruderi,
- edifici industriali e artigianali senza riscaldamento o climatizzazione,
- edifici agricoli o rurali senza impianti di climatizzazione,
- garages e cantine,
- parcheggi multipiano,
- magazzini,
- luoghi di culto,
- fabbricati in costruzione per i quali non sia ancora disponibile l’agibilità al momento della compravendita.

Perche’ mi viene richiesto?

Lo scopo del documento è aiutare proprietario e acquirente, locatore e conduttore, a valutare utilità e convenienza di locazione e acquisto dell’immobile, e a capire quali interventi possono servire per migliorare l’efficientamento energetico dell’immobile.

A chi rivolgersi per prepararlo?

A un tecnico abilitato in Regione (ingegnere, architetto, geometra), che ha l’obbligo di effettuare un sopralluogo e valutare i parametri, dalla caldaia alla presenza di impianti in grado di produrre energia, alla qualità degli infissi, alle murature, al sistema di raffreddamento e riscaldamento degli ambienti presenti, agli eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile.
Una volta eseguiti e completati i calcoli, il certificatore inserisce i dati ottenuti nel software messo a disposizione dalla Regione e rilascia l’attestato di prestazione energetica in cui sono riassunte tutte le caratteristiche energetiche dell’immobile (vedi fac-simile nelle risorse gratuite).
 

Quanto tempo vale?

L’APE dura 10 anni, e se vengono modificati ad es. gli impianti o gli infissi va revisionata. Ne devono essere prodotte più copie: una per il proprietario, una per il notaio, una per il futuro acquirente o conduttore.
Se scadono i 10 anni ma c’è un contratto di locazione già in essere, non è necessario rifarlo, fino alla stipula di un nuovo contratto di locazione (a meno che non vengano sostituiti caldaia, infissi, climatizzatori e tutto ciò che può influire sui consumi energetici dell’immobile).
 

Costo dell’attestato di prestazione energetica

Non esiste un tariffario, ma il costo può variare in genere da 50 a 300 euro in base alla città in cui viene redatto e alla metratura e alle caratteristiche dell’immobile.

… E se affitto o vendo senza ape?

- in caso di edifici di nuova costruzione e di edifici sottoposti a ristrutturazioni importanti: il costruttore o il proprietario che affitta o vende senza dotarsi di Ape subisce una sanzione da 300 euro a 1.800 euro;

- in caso di immobili esistenti nel caso di vendita: il proprietario è sanzionato con una multa che va da 3.000 euro a 18.000 euro.

Devi chiudere il contratto di locazione? Hai deciso di ridurre il canone al tuo inquilino? Clicca su NUOVA PRATICA, e potrai richiedere tutte le pratiche utili in ambito locatizio su qualsiasi ufficio Entrate del territorio nazionale, a soli €12,00.

Lo sai che puoi confrontare all'istante il tuo canone concordato con un contratto 4+4?
Calcola il minimo e massimo ottenibile sul tuo immobile, fai gli aggiustamenti necessari per vedere SUBITO e SENZA INTERMEDIARI il miglior canone che puoi ottenere e confrontalo con un canone libero!